peuterey regina navy Giacconi griffati ma taroccati

peuterey spaccio bologna Giacconi griffati ma taroccati

ALTOPASCIO. Quasi duemila giacconi invernali griffati ma taroccati pronti per essere immessi sul mercato. La Finanza ha bloccato un carico dalla Cina e portato in una ditta a Terrafino. E l’imprenditore, anche lui di origine cinese, che aveva ordinato i giacconi falsi è stato denunciato. Sarebbe stato il primo ordine, quello intercettato dalla guardia di finanza, ancora da distribuire sul mercato e sono in corso indagini per capire a quale canale di vendita questi capi erano destinati. Secondo quanto ricostruito dalla tenenza di Castelfiorentino, un giaccone del valore di 400 500 euro, sarebbe stato acquistato dalla Cina per 25 30 euro per poi essere rivenduto a 100 euro. L’imprenditore titolare della ditta di import export ha importato 1.808 giacconi falsi, del modello Artic e Nectar della Geospirit, dalla Cina ad un prezzo complessivo di 54.000 euro. Questi giacconi, una volta venduti sul mercato italiano, gli avrebbero consentito un incasso di circa 180.000 euro. L’operazione ripropone il tema della concorrenza sleale da parte di imprenditori hanno spiegato gli investigatori che operano con prodotti contraffatti con danni per le imprese italiane (e toscane), i cui modelli rappresentano prodotti di punta nel mondo della moda. Le fiamme gialle, dopo aver pedinato, per alcuni giorni, un cinese con numerosi precedenti (per reati nel settore del commercio di prodotti falsi e per l’impiego di personale non in regola con il permesso di soggiorno) sono arrivati alla società di Empoli dove erano stati immagazzinati i giacconi falsi poco dopo il loro arrivo dalla Cina. Il cinese gestisce una società di import di prodotti di abbigliamento dalla Cina e in due magazzini, di circa 1.200 metri quadrati, sono stati rinvenuti giacconi che, sebbene non riportassero alcun marchio della griffe italiana ha spiegato la guardia di finanza erano perfettamente identici ai modelli Artic e Nectar, brevettati dalla G spa,
peuterey regina navy Giacconi griffati ma taroccati
con sede in Altopascio, proprietaria del marchio Geospirit. La G ha diversi marchi di prestigio, come Peuterey, che firma capi di abbigliamento prestigiosi, di qualità e di tendenza. E che opera a stretto contatto con un’azienda, la D che promuove i marchi Dekker e Kejo. Una scelta vincente, almeno a giudicare dalla crescita costante delle aziende, che oggi contano circa 200 dipendenti (buona parte dei quali è impegnata nei settori della ricerca e del marketing) con un fatturato che si aggira intorno ai 130 milioni di euro. Il merito è delle idee, del coraggio, della lungimiranza di un gruppo di imprenditori che ha puntato prima sulla qualità del prodotto (i giacconi da neve GeoSpirit) resistendo e anzi affermandosi nel momento in cui c’è stato il boom della grande distribuzione organizzata anche nel campo dell’articolo sportivo. E che poi ha privilegiato un progetto a sostegno dei suoi prodotti, arrivando a quattro marchi e a sette collezioni, invidiate e copiate. nei laboratori di via Biagioni che nascono i capi diffusi sul mercato non solo con il marchio di partenza, appunto GeoSpirit, ma anche con Peuterey, Kejo e Dekker, l’ultimo nato. Giacconi, maglieria, pantaloni, piumini.
peuterey regina navy Giacconi griffati ma taroccati