peuterey spaccio aziendale Lo spirito del Natale esiste davvero e si trova nel cervello

piumini peuterey prezzi Lo spirito del Natale esiste davvero e si trova nel cervello

Decorare ogni anno con palline colorate un abate, scoprirsi ancora incantati di fronte alle decorazioni luminose che si incontrano camminando per le strade familiari della propria città, perdersi per ore in un centro commerciale alla ricerca dei regali da mettere sotto l’albero e riunirsi intorno a una tavola imbandita con parenti e amici per poi ritrovarsi alle prese con un gioco in scatola o alla finestra ad aspettare la neve: che cos’è tutto ciò si sono chiesti gli autori se non lo spirito del Natale che, anziché venirci a trovare ogni anno come nel romanzo di Dickens, più semplicemente abiterebbe in noi, nel nostro cervello, da secoli?

Sì, perche la tradizione e quell’atmosfera di magia legata al Natale esiste da centinaia e centinaia di anni. Così un gruppo di ricercatori dell’ospedale di Rigshospitalet,
peuterey spaccio aziendale Lo spirito del Natale esiste davvero e si trova nel cervello
in collaborazione con l’università di Copenhagen, si è messo alla ricerca dello spirito del Natale usando la risonanza magnetica funzionale per studiare i cambiamenti di ossigenazione e flusso sanguigno che si verificano in risposta all’attività neuronale. Un’analisi che è stata riassunta in una serie di mappe che mostrano quali aree del cervello sono maggiormente coinvolte durante un particolare processo mentale. La ricerca ha coinvolto 20 persone che sono state esaminate mentre osservavano 84 immagini, in cui si alternavano rappresentazioni a tema natalizio a scene di vita quotidiana. In seguito, ogni partecipante ha compilato un questionario sulle proprie tradizioni durante le festività, sui sentimenti provati nel periodo natalizio e sull’appartenenza etnica.

I risultati della ricerca hanno così suddiviso le persone in 2 gruppi: uno chiamato “gruppo del Natale” e l’altro “gruppo non natalizio”. Tra partecipanti che sono stati collocati nel “gruppo di Natale”, gli studiosi hanno identificato cinque aree del cervello che hanno reagito più attivamente di fronte alle immagini natalizie. Corteccia sinistra premotoria e motoria primaria, lobo destro inferiore e parietale superiore e corteccia primaria bilaterare somatosensoriale: sarebbero queste le aree cerebrali in cui risiederebbe lo spirito del Natale, zone associate tra l’altro alla spiritualità e al riconoscimento facciale delle emozioni.
peuterey spaccio aziendale Lo spirito del Natale esiste davvero e si trova nel cervello