peuterey rosso aggancio in vetta alla

peuterey metropolitan aggancio in vetta alla

La settima giornata del massimo campionato del volo, ultima del girone di andata, ha premiato il fattore campo consegnando quattro vittorie alle formazioni di casa. A partire da Perosa Argentina dove il team di patron Giancarlo Data ha respinto l’assalto della capolista, raggiungendola sul tetto della classifica. Le prime mosse sullo scacchiere del big match hanno insinuato una certa apprensione in casa perosina, stante il parziale di 6 2 a favore della Signora in Rosso. Vantaggio procurato dal solista Ballabene, dalla super coppia di ex , Cavagnaro Grattapaglia e la terna inedita Birolo Bruzzone Pautassi (Ferrero). stata l’accoppiata Manolino Pastre ad evitare un pesante 0 8 fermando Deregibus Grosso. Anche la vittoria della staffetta Ferrero Pegoraro su Brnic Micheletti pareva addensare nubi sul match dei padroni. Invece tre saette sotto le spoglie di un superbo Manolino, uomo partita con 6 punti su 6, alla prima vittoria nel tiro di precisione con un eclatante 38; degli ex Beakovic, anch’egli a segno nella precisione, e Brnic, al quale sono bastati 44 centri per avere la meglio su Pegoraro, hanno squarciato la nuvolosità. Parziale di 8 8 e sfida apertissima. Ma mentre La Perosina si presentava con un assetto tattico già collaudato, la Brb mandava in campo tre novità : Grattapaglia nel combinato, Pautassi da solista e la terna Cavagnaro Deregibus Grosso. Esito nefasto per gli ospiti costretti a subire tre sconfitte nell’ordine per mano di Nari, Melignano (sesta vittoria su sette) e Pastre Manolino Beakovic. I due punti colti sulla Ferriera consentono loro di ridurre a un sola lunghezza il divario dalla vetta. Partiti sul favorevole parziale di 6 2 propiziato da Causevic Janzic, la coppia più bella del massimo campionato (sette vittorie su sette), dall’individualista Porello e dalla terna Marcelja Ziraldo Suini , gli uomini guidati da Roberto Scarpat hanno fatto saltare la santabarbara dei piemontesi, ottenendo l’aritmetico successo grazie al bottino pieno raccolto dai corridori Ziraldo e Borcnik e dai cecchini Porello e Janzic. Quest’ultimo si è erto ancora una volta a top player, timbrando il terzo successo di giornata, per giunta con uno squillante 33 nel combinato, prova in cui è stato impiegato la prima volta in questa stagione. Con un Kozjek tornato mattatore (sei punti per lui), i piemontesi, dopo l’altalena a bilico della prima frazione (4 4), e il leggero vantaggio prodotto dai due Petric con i loro migliori punteggi nella staffetta (54/59) e nel progressivo (45/50), otre alla precisione di Kozjek, sono rabbiosamente esplosi nel finale sottraendo l’intero pasto ai veneziani. Vittoria sul velluto per il Gaglianico. Al termine dell’ottava prova aveva già intascato l’aritmetico successo (13 3). Il Masera (settimo kappaò) è come quei gozzi ai quali è saltato il tappo di chiglia. I migliori punteggi di giornata : staffetta 57/60 (Borcnik Ziraldo); progressivo 47/49 (Roggero); precisione 38 (Manolino); combinato 33 (Janzic e Kozjek).
peuterey rosso aggancio in vetta alla