giacconi peuterey Come iscriversi a Google AdSense e perché

peuterey outlet milano Come iscriversi a Google AdSense e perché

Gestire un blog ha molti risvolti positivi: migliora la visibilità, è una fonte di backlink, aiuta a popolare i social e in più costituisce un bellissimo hobby/lavoro per chi ha la passione per la scrittura. Decidere di realizzare un blog, però, può essere anche una fonte di guadagno, esistono infatti una serie di programmi che ti consentono, attraverso l’inclusione di annunci pubblicitari, di ottenere un piccolo guadagno per ogni click ricevuto. Fondamentalmente esistono tre macrogruppi di metodi che possono aiutarti a guadagnare con il blog:

I banner pubblicitari: io azienda chiedo a te, blogger, di pubblicare un banner per promuovere la mia attività, i miei servizi ecc Sempre io azienda ti riconosco un compenso perché mi offri questa possibilità.

Google AdSense: consiste nell’entrare a far parte della rete di Google, che dopo l’iscrizione farà apparire sul tuo blog alcuni annunci (AdWords) contestualizzati.

Programmi di affiliazione: il sistema non è molto diverso da AdSense, solo che in questo caso sei tu a decidere quali annunci inserire. Fra i siti che propongono affiliazione, ad esempio, c’è Amazon.

Ci sono due cose da dire prima di spiegare come associare il proprio blog a Google AdSense. La prima è che quando si dice “guadagnare con il blog” non si intende che a fine mese hai uno stipendio pieno, si intende piuttosto che hai, in media, qualche soldo in più per andare a mangiare la pizza il sabato sera. L’altra cosa da dire è che Google non ama i siti pieni zeppi di pubblicità e a dirla tutta non li amano neanche gli utenti. Deve esserci sempre prevalenza di contenuti utili, originali e di qualità e poi qualche annuncio. Senza contare che quando la pubblicità è troppa ci si allontana dall’obiettivo finale, poiché l’utente tende a ignorare quella massa confusa di annunci.

Detto e premesso tutto ciò, iscriversi al programma AdSense è davvero molto semplice. Si accede con il proprio account Google, o se ne crea uno nuovo apposito, si indica il sito in cui si vogliono inserire gli annunci e poi si attende circa una settimana perché l’account venga approvato. Fatto ciò si possono cominciare a creare le Unità pubblicitarie.

Per ogni unità pubblicitaria devi indicare:

Nome: è ciò che ti aiuterà a individuare quell’unità fra le altre, quinid sceglilo in maniera che identifichi il suo contenuto.

Dimensione annuncio: Google consiglia alcune dimensioni, poiché ha dati sufficienti per dire che sono le più soddisfacenti. In genere gli annunci più grandi consentono di guadagnare meglio, ma sono anche più invasivi, quindi vanno utilizzati con molta attenzione. Fra le opzioni c’è anche “Unità pubblicitaria responsive (BETA)”, che permette di creare annunci responsive, adattabili, cioè, a tutti i device (pc, tablet e smartphone). Per questo tipo di annunci bisogna specificare le dimensioni tramite CSS, poiché proprio per essere responsive non possono avere dimensioni prestabilite. Nel farlo bisogna tenere in considerazione le dimensioni già supportate da Google.

Tipo di annuncio: si possono scegliere annunci testuali oppure annunci illustrati, scegliere entrambe le tipologie ti consente di guadagnare di più.

Annunci di backup: puoi decidere cosa pubblicare qualora non ci sia annunci disponibili per la tua tematica, puoi scegliere tra un altro annuncio oppure solo un colore di riempimento.

Canali personalizzati: i canali personalizzati sono una funzione avanzata che puoi utilizzare per raggruppare unità pubblicitarie specifiche.

Stile dell lo stile deve essere integrato con il layout del tuo blog, hai diverse opzioni di scelta (tipo di font, dimensione del font, stile degli angoli) oppure puoi utilizzare uno degli stili preformattati di Google.

Effettuate tutte queste scelte non dovrai far altro che salvare per ottenere il codice. Puoi decidere se avere quello sincrono o quello asincrono. Il secondo è consigliato perché non compromette le prestazioni del sito ed è inoltre l’unica scelta disponibile se si vogliono degli annunci responsive. Una volta ottenuto il codice puoi integrarlo nell’area del sito dove vuoi che appaiano gli annunci.

Nel pannello di AdSense puoi accedere al rendimento degli annunci, estrapolando una serie di informazioni utili che ti aiuteranno a migliorare la posizione e la tipologia degli annunci per guadagnare di più. Potrai visualizzare inoltre dei grafici e ricevere periodicamente dei rapporti personalizzati sulle performance.
giacconi peuterey Come iscriversi a Google AdSense e perché