prezzi peuterey uomo per dar casa a tutti

sconti peuterey per dar casa a tutti

Alemanno, dopo avere dichiarato che per raccimolare un p?di soldi bisogna fare qualche “valorizzazione immobiliare” continua sulla falsa riga di Veltroni e Rutelli, proponendo di cambiare lo skyline di Roma senza affrontare i numerosi problemi che assillano la citt?”a piano terra”.

Almeno una volta queste discussioni avevano il pregio di essere dirette a un obiettivo pratico (vedi per esempio il progetto da libro dei sogni del “Centro Direzionale” nella zona est dove trasferire uffici e ministeri). Adesso invece si pensa solo a proporre grattacieli a gog?solo “perch?moderno ?figo”.

Non sono pregiudizialmente contrarioSe si tratta di costruire case di edilizia popolare, di riqualificare gli attuali assetti urbanistici e vivibilit?non sono pregiudizialmente contrario ai “grattacieli”. Ricordiamoci per?che esistono grattacieli belli (e basta andare a Barcellona, Londra o a Parigi per capire di cosa si parla) e grattacieli brutti (come a Napoli o a Milano).

Ci sono esempi a Parigi e Londra. Ma il punto ?che Roma non ?a Parigi o a Londra: un grattacielone in periferia a Roma rischia di essere un bel Corviale verticale. Spero che a Roma si faccia almeno lo stesso. Semprech?non si rinsavisca e si eviti, perch?rovinare lo skyline di una citt?che se non fosse la capitale non avrebbe altro che il turismo, sarebbe una “grossa e sporca porcheria”.

L’errore di costruire grattacieli per l’edilizia pubblica/ agevolata e’ stato commesso a Londra negli anni 70/80. Casermoni orribile, che ora stanno man mano buttando giu’ per dar luogo a comunita’ piu’ piccole, raccolte intorno ad una piazzetta, una chies, un parco giochi od un parco/ fiume. Comunque, in attesa di supposti grattacieli (nessun pregiudizio) vogliamo provare a costruire delle infrastrutture decenti? Possibilmente in tempi accettabili? Il concorso del mitico MAXXI inaugurato nel 2010, risale al 1998! 12 anni! Aspettiamo la Nuvola di Fuksas dall’epoca di Rutelli! E potrei continuare all’infinito con fantastici progetti mai concretizzati o realizzati con un decennio di ritardo. Roba da far impallidire Dubai, grattacieli come le Petronas e tanti altri.

Non ?che l’Italia si limita a costruire palazzine un po’ pi?alte del solito??? I grattacieli sono ben altra roba.

Fate le strade non i grattacieli!Chi ha pensato a questo progetto non vive a Roma, questo ?un dato di fatto.

Roma ha fondamendalmente due problemi, enormi, legati al ‘problema abitativo’. Il primo, come citato dal Sindaco stesso, ?che l’agro romano ?stato cementificato, creando ‘isole’ abitative, collegate per? per dirla con una battuta, al resto del ‘mondo civile’ solo da pochissime strade. In particolare, le consolari, come Ardeatina, Appia, Laurentina, Tuscolana, Prenestina, Casilina, ricevono un afflusso enorme di veicoli, perch?i nuovi quartieri le case le hanno ma quei servizi che in citt?come Monaco di Baviera, Berlino, Londra, . sono le linee di tram, le stazioni dei treni o altro di similare che potrebbe evitare l’uso smodato dell’automibile per ‘connettersi’ al resto del tessuto urbano no li hanno!
prezzi peuterey uomo per dar casa a tutti