peuterey cappotti RICETTILANDIA una ricetta al giorno

peuterey parma RICETTILANDIA una ricetta al giorno

In dialetto napoletano: purpetielli affugati .

Sono un piatto tipico della cucina Campana, napoletana in particolare, dove sembra sia nata la ricetta.

Nei pressi della Stazione centrale, nel popolare quartiere di Porta Capuana , non troppo lontano nel tempo, si trovavano addirittura dei venditori che vendevano alla plebe per placare il loro appetito il brodo di polpo.

Qualcuno chiama il polpo il chewingum dei poveri, a causa dei lunghi tempi di masticazione perch un po coriaceo. E a furia di masticare, si s . passa la fame!

I cosiddetti “Luciani” a due passi dal mare, abitanti del quartiere di Santa Lucia, il pi antico Borgo marinaro di Napoli, oltre ad essere esperti nella pesca dei polpi, hanno la prerogativa di cucinarli in un modo singolare e, con la salsa che ne ricavano, di preparare uno tra i pi elogiati piatti della gastronomia napoletana.

Lessate al dente i vermicelli (da non confondere con gli spaghetti), scolateli e conditeli con la salsa di polipo; una vera leccornia!

Gli ingredienti per quattro persone:

1 spicchio d aglio, 8 polipetti da circa 100 gr. l uno (veraci, con due file di ventose per ogni ranfa ), 7 cucchiai d olio extra vergine d oliva, una spolverata di pepe appena macinato, un po di peperoncino (facoltativo), 400 gr. di pomodori pelati, abbondante prezzemolo, sale.

Per prima cosa pulire i polipetti rovesciandone la sacca e svoltandola, privateli degli occhi e del becco. Lavateli per bene e metteteli in un tegame (preferibilmente di terracotta) con i pomodori, l’olio, il sale e il pepe; a questo punto coprite il tegame con un foglio di carta oleata (la ricetta antica) o con un foglio di carta stagnola e metteteci sopra il coperchio con un peso (questo per non far disperdere il vapore).

Cuocere a fuoco basso per circa trenta minuti senza mai togliere il coperchio ma scuotendo di tanto in tanto il tegame.

Passato il tempo togliere il coperchio, la carta e inebriatevi del profumo che ne scaturisce, aggiungere l’aglio e il prezzemolo tritato e far cuocere ancora per un quarto d’ora fino a che il sugo sia ben denso e di un bel colore scuro.

Servite nel recipiente di cottura con pane cafone abbrustolito, oppure utilizzare questo gustosissimo sugo per condire i famosi vermicelli. da leccarsi i baffi!RICETTILANDIA (una ricetta al giorno.)Pajata (in Romanesco) o Pagliata (in Italiano) il termine con il quale si identifica l’intestino tenue del vitellino da latte o del bue. Nella ricetta l’intestino viene lavato, ma non privato del chimo , in modo tale che, una volta cucinato, possa dar forma ad una salsa di sapore acre e forte.
peuterey cappotti RICETTILANDIA una ricetta al giorno